domenica, Luglio 21, 2024

Spettacoli e Cultura

Addio a Raoul Casadei. Musica italiana in lutto

Tempesta di messaggi di cordoglio sui social da parte di fan e colleghi

Il Covid oggi ha stroncato la vita di Raoul Casadei. Il re del liscio è morto questa mattina all’ospedale Bufalini di Cesena dove era ricoverato da dieci giorni. Casadei aveva 83 anni.

Grazie al suo amore per la musica popolare e il suo sconfinato entusiasmo per il liscio, Casadei ha fatto ballare milioni di persone in tutto il mondo.

Fra i suoi brani più celebri e amati ricordiamo: “Ciao Mare” (1973), tormentone estivo a cui TV Sorrisi e Canzoni dedicò una copertina con il titolo: “Esplode il liscio in Italia”; “La mazurka di Periferia”, inno alla spensieratezza e alla proverbiale spontaneità romagnola, e ancora le intramontabili “Simpatia”, “Vai col liscio” e “Io cerco la morosa”. 

Sono tantissimi i messaggi di cordoglio postati sui social da parte di fan e colleghi musicisti.

Laura Pausini scrive:

Ciao Raoul, La Romagna, L’Italia e il mondo intero ti salutano e ti abbracciano con tanto amore”

l

Loredana Berte racconta sui social un aneddoto della sua carriera legato a Raoul:

  “Ricordo il nostro   incontro casuale in un autogrill e il tuo fantastico pullman tecnologico. Da quell’incontro nacque il brano “Loredana Bertè” mi pare. Grazie ancora Maestro per la dedica. Ti avrò sempre nel mio cuore. Sentite condoglianze alla tua famiglia & orchestra.”

“Il tuo Liscio riecheggerà ovunque, per sempre, caro Amico… Ciao Raul, salutaci le stelle“, si legge sulla pagina facebook ufficiale dei Nomadi.

Toccante anche l’ultimo saluto che gli Stadio hanno dedicato al musicista: “Oggi ci siamo svegliati con questa triste notizia… Grazie Raoul per averci insegnato quanto sia importante sognare… Fai buon viaggio.”

 

Articoli correlati

seguici su

646FansMi piace
0FollowerSegui
7IscrittiIscriviti
- Advertisement -

Ultimi articoli